La Cordata - Escursionismo & Natura

In Primo Piano


5 - 7/10 W-END MAJELLA<br />Anfiteatro Murelle, eremi di Celestino V e tholos

5 - 7/10 W-END MAJELLA
Anfiteatro Murelle, eremi di Celestino V e tholos


Nel meraviglioso Parco Nazionale della Majella, partendo dal venerdì tardo pomeriggio verso le selvagge e aspre terre d'Abruzzo per escursioni naturalistiche alle alte quote cercando camosci e altipiani lunari, e i suggestivi romitori di Papa Pietro da Morrone, oltre alle tipiche costruzioni in pietra a secco della Majella.. Per camminatori allenati e curiosi!

€ 175 sino 20/09/18
€ 195 da 21/09 a 30/09
DIREZIONE TECNICA:
"Alla Ricerca del Viaggio"



Per Maggior Dettagli >
La Cordata

escursionismo & natura


ABBIGLIAMENTO & ATTREZZATURA


ABBIGLIAMENTO & ATTREZZATURA
L’ABC dell’escursionista

DOTAZIONE BASE
(periodo: PRIMAVERA-ESTATE-AUTUNNO)
La regola base è vestirsi con più strati leggeri (“a cipolla”), così da poter facilmente regolare la giusta temperatura sul nostro corpo. Di seguito ecco cosa non deve mancare:

  • Scarponcini da montagna (da trekking) alti che avvolgano la caviglia, con suola scolpita, detta “carrarmato”, non troppo usurata (cioè non "liscia"). Per le escursioni facili (T) vanno bene anche scarponcini bassi: sono da evitare le scarpe da ginnastica. Per una miglior durata, dopo ogni escursione pulire gli scarponi con un panno umido, toglierci il fango, periodicamente spruzzarci lo spray impermeabilizzante. Mai metterli ad asciugare troppo vicini a fonte di calore!
  • Calzettoni pesanti sempre alti al ginocchio e possibilmente rinforzati nel tallone
  • Pantaloni comodi sempre lunghi (per ridurre al minimo il pericolo vipere e graffiamenti da rovi o arbusti), non stretti, leggeri
  • Maglia intima tecnica (assorbente e traspirante), camicia o un pile leggero, felpa leggera a manica lunga, marsupio antipioggia/antivento (k-way), mantellina avvolgente antipioggia
  • Cappellino antisole, copricapo leggero; IN ALTA QUOTA ( sopra 2000 m.) PORTARE ANCHE: creme solari protettive, burro cacao per labbra, occhiali protettivi da sole
  • Zainetto da trekking di media capienza (circa 35 L è sufficiente), borraccia non meno di 1L acqua per gli itinerari molto brevi, e sino a 2-3 o più L per itinerari molto lunghi specialmente con grandi calure estive, sali minerali da aggiungere in acqua (Polase, MGK Vis, simili), pranzo al sacco e qualche alimento energetico e di facile digestione (oltre ad un buon panino, cioccolato, snack, barrette, frutta fresca, frutta secca), bastoncini telescopici (utili, non indispensabili), binocolo e macchina fotografica consigliati per gustarsi al meglio ogni scorcio e paesaggio


DOTAZIONE COMPLETA (integrazione alla BASE) (PERIODO: INVERNO o ESTATE IN ALTA QUOTA)
Scarponcini in buono stato, sempre alti alla caviglia; ricordatevi di stringerli in discesa, perché è lì che il rischio infortuni è maggiore: per gravità e… stanchezza (generalmente si scende a fine itinerario)
Pantaloni se serve più pesanti, impermeabilizzati in caso di neve
Giacca a vento o un wind-stopper robusto e isolante, camicia o pile pesanti, felpa pesante, copri-collo in pile, guanti e cappello pesanti (in alta montagna meglio 2 paia: in caso di smarrimento, mani e capo devono essere sempre protetti!)


E’ facoltà delle guide impedire di partecipare all’escursione a chi non è sufficientemente attrezzato, per ragioni di sicurezza dell’escursionista stesso. In particolare, SENZA SCARPONI DA TREKKING, SU DETERMINATI TRACCIATI NON E’ CONSIGLIABILE MUOVERSI. Si spera sempre di non doverlo fare, ma si richiede la massima consapevolezza e una idonea attrezzatura, per non trasformare una piacevole e gratificante esperienza in qualcosa di meno bello.